Skip to content

Battisti.

Mai 4, 2010
tags:

Mi ha spiegato una volta qualcuno che agli intellettuali di sinistra Battisti non piace. A me che non sono mai stata un’intellettuale, Battisti è piaciuto molto quando ero ragazzina e lo riascolto volentieri (e c’è chi trova molto interessante il mio Battisti con la „r“ moscia…). Perciò in seguito vi propongo i brani che ho preferito, singolari storie d’amore tutte da raccontare. In seguito farò la stessa cosa anche con altri cantanti e gruppi, italiani e non, un piccolo tuffo nel passato insomma.

Advertisements
8 Kommentare leave one →
  1. incredula permalink*
    Mai 4, 2010 16:53

  2. incredula permalink*
    Mai 4, 2010 16:56

    Attenti al look: 🙂

  3. incredula permalink*
    Mai 4, 2010 17:04

    E se davvero tu vuoi vivere una vita luminosa e più fragrante
    cancella col coraggio quella supplica dagli occhi
    troppo spesso la saggezza e solamente la prudenza più stagnante
    e quasi sempre dietro la collina è il sole

  4. Mai 4, 2010 17:14

    Lo scrissi non troppo tempo fa, in un commento ad un altro blog: errore tra i più esiziali della sinistra fu quello di snobbare Battisti e lasciarlo alla destra (dove peraltro il poggiobustonese stava piuttosto volentieri). Dovevano ascoltare gli Inti Illimani, le masse… Come stupirsi se poi le masse ti mandano a quel paese?

  5. incredula permalink*
    Mai 4, 2010 17:32

    Magari imparassimo almeno dagli errori che facciamo…e il pueblo unido dove sta ora???

    A te Franz quale canzone di Battisti piace?

  6. incredula permalink*
    Mai 4, 2010 17:33

    Vado avanti con le mie chicche di Battisti:


    (a colori!!)

  7. Mai 4, 2010 17:43

    Pensieri e parole, se proprio devo sceglierne una. El pueblo unido? Se penso alla sfiga che ha portato quella canzone… sgrat…

  8. incredula permalink*
    Mai 4, 2010 17:57

    Franz du machst mich schwach!!!
    Bellissima.

    Che ne sai di un bambino che rubava
    e soltanto nel buio giocava
    e del sole che trafigge i solai, che ne sai
    e di un mondo tutto chiuso in una via
    e di un cinema di periferia
    che ne sai della nostra ferrovia, che ne sai.
    Conosci me la mia lealtà
    tu sai che oggi morirei per onestà.
    Conosci me il nome mio
    tu sola sai se è vero o no che credo in Dio.
    Che ne sai tu di un campo di grano
    poesia di un amore profano
    la paura d’esser preso per mano, che ne sai
    l’amore mio
    che ne sai di un ragazzo perbene
    è roccia ormai
    che mostrava tutte quante le sue pene:
    e sfida il tempo e sfida il vento e tu lo sai
    la mia sincerità per rubare la sua verginità,
    sì tu lo sai
    che ne sai.
    Davanti a me c’è un’altra vita
    la nostra è già finita
    e nuove notti e nuovi giorni
    cara vai o torni con me.
    Davanti a te ci sono io
    dammi forza mio Dio
    o un altro uomo
    chiedo adesso perdono
    e nuove notti e nuovi giorni
    cara non odiarmi se puoi.
    Conosci me
    che ne sai di un viaggio in Inghilterra
    quel che darei
    che ne sai di un amore israelita
    perché negli altri ritrovassi gli occhi miei
    di due occhi sbarrati che mi han detto bugiardo è finita.
    Che ne sai di un ragazzo che ti amava
    che parlava e niente sapeva
    eppur quel che diceva chissà perché chissà
    si tu lo sai
    adesso è verità.
    Davanti a me c’è un’altra vita
    la nostra è già finita
    e nuove notti e nuovi giorni
    cara vai o torni con me.
    Davanti a te ci sono io
    dammi forza mio Dio
    o un altro uomo
    chiedo adesso perdono
    e nuove notti e nuovi giorni
    cara non odiarmi se puoi.

Kommentar verfassen

Trage deine Daten unten ein oder klicke ein Icon um dich einzuloggen:

WordPress.com-Logo

Du kommentierst mit Deinem WordPress.com-Konto. Abmelden / Ändern )

Twitter-Bild

Du kommentierst mit Deinem Twitter-Konto. Abmelden / Ändern )

Facebook-Foto

Du kommentierst mit Deinem Facebook-Konto. Abmelden / Ändern )

Google+ Foto

Du kommentierst mit Deinem Google+-Konto. Abmelden / Ändern )

Verbinde mit %s

%d Bloggern gefällt das: